Gira sto caxxo di cellulare
Me
dia
Questo film è dedicato alle seguenti
fonti di ispirazione:

David Carson is Mr. Green
Stefan Sagmeister is Mr. Pink
Oliviero Toscani is Mr. Brown
Lee Clow is Mr. Purple

Paul Rand is Mr. Black
Bob Noorda is Mr. Blue
Raymond Rubicam is Mr. Orange

Bruno Munari is Mr. White
Paula Scher is Paula
Massimo Vignelli is Mr. Blonde
Int. Bar - Giorno
pag. 1

Nove uomini e una donna vestiti in abito scuro, siedono intorno a un tavolo in un bar.

Loro sono Mr. White, Mr. Pink, Mr. Blue, Mr. Blonde, Mr. Orange, Mr. Brown, Paula, Mr. Black, Mr. Purple, Mr. Green.

Quasi tutti hanno finito di mangiare e si godono il caffè e la conversazione. Mr. Brown sta raccontando una lunga ed intricata storia su un progetto di un cliente, il signor Beige.


Mr. Brown (Toscani): Ve lo dico io che cosa vuole il Signor Beige! Quello vuole qualcuno che gli lecchi il culo, che gli dica sì ad ogni cazzata che spara.

Vic "Sorriso" Mr. Blonde Vega (Vignelli):
No, macché, se un cliente viene da uno di noi professionisti e ci dice quello che vuole, allora se lo può fare da solo. Ti pare che vai da un dottore e gli chiedi che cosa vuoi?
La cosa importante è capire i bisogni del cliente, non quello che vuole.

Mr. Brown (Toscani): No no no no no, mammoletta, queste sono cazzate per turisti! Le agenzie sono serve del cliente: si mettono a pecora e il cliente si prende quello che vuole.

Paula: Beige? Beige? Che cazzo di colore è il beige?

Mr. Orange (Raymond Rubicam): Piantala Mr. Brown, tu e le tue dannate stronzate sadomaso. L'unico scopo della pubblicità è vendere. Tutto il resto sono puttanate.

Mr. Pink (Sagmeister): Penso sia dannatamente inumano vedere le cose solo in base alla loro funzionalità. Noi professionisti vogliamo che le cose siano più di questo. Il desiderio di bellezza fa parte di noi e non è affatto triviale.

Mr. Orange (Raymond Rubicam): Senti, stronzo, ho solo detto la verità. Non vorrai mica spappolarmi il cazzo con le tue merdate da santone buddista?

Mr. White, Palombaro della fantasia (Bruno Munari): L'uovo ha una forma perfetta anche se è fatto col culo, Mr. Pink. Posso dirlo o è troppo triviale per te?

Mr. Blue (Bob Noorda): Signori, signori non alzate i toni. Avete ragione tutti. Ma ci deve essere equilibrio tra noi e il cliente. Non occorre cercare per forza la novità, la sorpresa a tutti i costi, l'originalità, l'effetto.
Quando entrate nella fase "io sono un artista" non vi seguo più.

Mr. Purple (Lee Clow): Senti, olandese del cazzo, preferirei farmi piallare le palle piuttosto che passare per diplomatico. Questo mestiere non è per i timidi. Devi osare e creare qualcosa di unico che non somiglia a niente di già fatto. Altrimenti cambia mestiere.

pag. 1
pag. 2
Paula: Ben detto Mr. Purple. Il beige è decisamente color merda sbiadita. Il colore degli indecisi.

Mr. Brown (Toscani): E basta, così mi fate perdere il filo, eh, eh, eh. Non mi ricordo più. Che stavo dicendo?

Mr. Black (Paul Rand): Non vi sopporto più, voi e le vostre stronzate da artistoidi del cazzo. L'originalità è la via diretta per il fallimento. Piuttosto provate a fare un buon lavoro e non rompete i coglioni. Tanto si sa che un bel design se non è funzionale è inutile.

Mr. Green (David Carson): Non confondere la funzionalità con la comunicazione Mr. Black. Prendi un font, per esempio. Solo perché è leggibile non significa che comunica e, soprattutto, non significa che comunica la cosa giusta.

Mr. Brown (Toscani): Ma che cazzo stavo dicendo?

Mr. Pink (Sagmeister): Hai detto che il Signor Beige è un sadico e invece noi siamo i suoi servi masochisti e che dobbiamo farci frustare per essere pagati.

Mr. Brown (Toscani): Ah sì. Ve lo dico io cosa vuole il Signor Beige dai professionisti. Vuole una bella gang bang con catene e palline giapponesi. E vuole metterglielo dove vuole, a destra e a sinistra, giorno e notte, mattina e sera. Cazzocazzo cazzocazzo cazzocazzo cazzocazzo cazzo!

Mr. Blue (Bob Noorda): Quanti cazzi fanno?

Mr. White (Bruno Munari): Una marea!

Mr. Brown (Toscani): Finché un bel giorno incontra dei tipi cazzuti come noi alla John Holmes e allora vai alla grande! Cioè, lui sta lì sul suo trono al telefono a dare ordini, con un attrezzo così duro che ci scava i tunnel, come Charles Bronson ne "La grande fuga". E ci dà dentro come un forsennato, tu fai così tu fai colà, finché sente una roba che non sentiva da un secolo: un secco ed enorme no!

Paula: E così gli viene più grosso di prima!

Mr. Brown (Toscani): Esatto! E tanto che gli viene duro che gli fa male. Gli fa male. Non dovrebbe, perché la strada è bell' che asfaltata ormai, ma quando noialtri gli diciamo no, gli fa male.
Lo stesso piacere che sentì la prima volta, capite? Il nostro no fa ricordare al sadico folle le sensazioni di quando ancora gli dicevano di no.
E quindi, alla fine, ascolterà le nostre idee e gli piaceranno talmente tanto che verrà, giù a cascata del Niagara, fin dentro ai pantaloni.

pag. 2
Ourservices
Video production
Photography
Commercials
Animation
Podcast
Spot
event advertising
OOH

A specialthank to
Tarantino
We
Owe
You
Our lovefor cinema
And
We'
reverymuch
Obliged
Tothe
Whole
Rainbow
We
Quoted

You'
re
The
Best
Alsoas
Accidental
Actors
Ofthis
Revisited
Masterpiece
.Hope
Y'all'ren't
Take
This
Siriously.
Expecially
You,
SignorBeige